Produzione e consumo di carbone in UE

Nel 2021 la produzione e il consumo ‎‎di carbone UE‎‎ hanno mostrato un aumento rispetto al 2020, registrando un rimbalzo a seguito dei bassi valori del 2020 e del 2019, in parte causati dalle misure relative alla pandemia di Covid 19. Tuttavia la produzione e il consumo erano ancora inferiori ai dati pre-pandemia del 2018. Ciò ha interessato sia il carbone che la lignite.‎

Nel 2021 l'UE ha prodotto 57 milioni di tonnellate di carbon fossile (-79% rispetto al 1990). Anche il numero di Stati Membri che producono carbone è diminuito da allora, passando da 13 nel 1990 a soli 2 nel 2021: Polonia (96% della produzione totale UE) e Repubblica Ceca (4%).

Tuttavia la produzione di carbone ha registrato una diminuzione maggiore rispetto al consumo, portando ad un aumento della dipendenza dalle ‎‎importazioni‎‎ di carbone, costantemente superiore al 50% negli anni 2010. Nell'ultimo decennio la Russia è stata il principale fornitore di carbone per l'UE e la sua quota nelle importazioni di carbone UE è aumentata, mentre la quota per altri fornitori è diminuita o è rimasta stabile. Nel 2020, l'ultimo anno con i dati disponibili, la Russia ha rappresentato il 56% delle importazioni di carbone, seguita da Stati Uniti (17%) e Australia (15%).‎

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Martedì 03 Maggio 2022
Modificato
Martedì 03 Maggio 2022



Altre Notizie

02/11/2022
Prezzi di luce e gas in UE nel primo semestre 2022

Nella prima metà del 2022 i prezzi medi dell'elettricità per uso domestico in UE sono aumentati notevolmente…

Leggi tutto
19/10/2022
Scorte petrolifere in UE

Nel luglio 2022 l'UE deteneva 103,6 milioni di tonnellate (mt) di scorte petrolifere di emergenza, con un aumento del 2,5% rispetto a giugno 2022…

Leggi tutto
02/05/2022
Prezzi di gas ed elettricità in UE

Nella seconda metà del 2021 i prezzi medi dell'elettricità per uso domestico ‎‎in UE‎‎ sono aumentati notevolmente rispetto allo stesso periodo…

Leggi tutto