Turismo UE e Covid 19

Guardando agli ultimi due anni, le misure legate al Covid-19 hanno avuto conseguenza su molti settori economici, incluso il turismo. ‎‎In UE‎‎ i dati mostrano l'impatto sbalorditivo sul turismo internazionale e nazionale con la parte nazionale che resiste leggermente meglio all'impatto delle misure pandemiche. ‎

Rispetto a luglio e agosto 2019 gli arrivi nazionali presso le strutture ricettive UE sono diminuiti del 9% a luglio e agosto 2020, mentre la diminuzione per gli arrivi internazionali in entrata è stata considerevolmente maggiore, pari al 65%. Nello stesso periodo gli ‎‎alberghi e le strutture ricettive similari‎‎ sono stati la categoria ricettiva più colpita (-39%), seguiti dalle ‎‎vacanze di breve durata presso altre strutture ricettive (-31%). L'impatto minore della pandemia è stato avvertito da ‎‎campeggi, parchi per veicoli ricreativi e parcheggi per roulotte (-13%).‎

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Venerdì 08 Luglio 2022
Modificato
Venerdì 08 Luglio 2022



Altre Notizie

27/07/2022
Turismo nel 2021

Turismo in UE, in Italia e in Abruzzo nel 2021

In UE nel 2020, rispetto al 2019, la…

Leggi tutto
26/05/2022
Ricettività e presenze turistiche

"Statistica in pillole" - n° 05 maggio 2022 

Ricettività e presenze turistiche in Abruzzo nel 2020. Dati Regionali,…

Leggi tutto
15/03/2022
Turismo UE in ripresa nel 2021

Nel 2021 il turismo è stato tra i settori che hanno iniziato a riprendersi dalla pandemia di COVID-19, a seguito dell'allentamento di alcune…

Leggi tutto