Turismo in UE

Nell'ultimo anno il turismo è stato tra i settori più colpiti dalla pandemia di COVID-19 a causa delle restrizioni di viaggio e di altre misure precauzionali adottate.‎

‎Il numero di ‎‎pernottamenti nelle‎‎ ‎‎strutture ricettive turistiche UE‎‎ è diminuito del 61% tra aprile 2020 e marzo 2021 (1,1 miliardi), rispetto ai 12 mesi precedenti la pandemia (da aprile 2019 a marzo 2020: 2,8 miliardi). ‎

‎Tra gli Stati Membri UE con i dati disponibili (‎Irlanda, Francia e Cipro: dati non disponibili‎), le diminuzioni più elevate sono state registrate a Malta (-80%), Spagna (-78%), Grecia (-74%), Portogallo (-70%) e Ungheria (-66%); cali più contenuti per Paesi Bassi e Danimarca (entrambi -36%).‎

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Lunedì 28 Giugno 2021
Modificato
Lunedì 28 Giugno 2021



Altre Notizie

03/12/2021
Turismo Area Parco Velino

Nel 2020 rispetto al 2019 gli arrivi dei turisti nell'AREA Parco VELINO (AQ) sono diminuiti del

Leggi tutto
15/11/2021
Turismo in UE

Nell'estate del 2021 il turismo ha mostrato segni di ripresa a seguito della pandemia di Covid-19 in corso. ‎

‎Agosto 2021 ha mostrato i…

Leggi tutto
29/06/2021
Alloggi brevi in UE


Nel 2019, l'ultimo anno prima che la pandemia di COVID-19 colpisse il settore turistico, gli ospiti hanno trascorso più di 554 milioni di…

Leggi tutto