Energia rinnovabile in UE

Nel corso del 2020 la minore domanda di energia causata dalle misure legate al lockdown per la pandemia di COVID-19 ha colpito in modo significativo alcune categorie di carburante. Le energie rinnovabili costituiscono un’eccezione, continuando la loro crescita soprattutto nella produzione di elettricità.‎

Nel 2020 la produzione di elettricità da combustibili fossili ha continuato a diminuire registrando il suo punto più basso: da 1.226.156 ‎‎Gigawattora‎‎ (GWh) nel 1990, a un picco di 1.584.005 GWh nel 2007, a 1.133.402 GWh nel 2019 e 1.022.589 GWh nel 2020 (diminuzione del 9,8% rispetto al 2019).‎

Nell'ultimo decennio si è avuto un notevole aumento della produzione di elettricità da fonti rinnovabili. Secondo i dati preliminari per il 2020, la produzione di elettricità da fonti rinnovabili ha superato per la prima volta quella dei combustibili fossili. La quota nella produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili è aumentata nel tempo, da 303.279 GWh nel 1990 a 979.866 GWh nel 2019. I dati provvisori per il 2020 mostrano un ulteriore aumento a 1.052.582 GWh, che era di 29.994 GWh in più rispetto alla produzione di combustibili fossili.‎

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Mercoledì 30 Giugno 2021
Modificato
Mercoledì 30 Giugno 2021



Altre Notizie

21/01/2022
Flussi fisici di energia (PEFA) - Anni 2008-2019

Il 21 gennaio 2022, l’Istat rende disponibili – sul data warehouse I.Stat , nel tema “Conti nazionali”, sottotema “Conti ambientali, sezione “…

Leggi tutto
19/01/2022
Energia rinnovabile in UE

A livello ‎‎UE ‎‎la quota del consumo finale lordo di energia da ‎‎fonti rinnovabili‎‎ ha raggiunto il 22% nel 2020. Si tratta di 2 ‎‎punti…

Leggi tutto
11/01/2022
Energia elettrica da nucleare in UE

Nel 2020 13 Stati Membri UE‎‎ con produzione di elettricità nucleare hanno generato 683.512 GWh di elettricità nucleare. Ciò rappresenta quasi il…

Leggi tutto