Temperatura degli edifici in UE

La necessità di riscaldare gli edifici è diminuita nel tempo: il valore dei gradi giorno di riscaldamento è diminuito del 21% tra il 1979 (3.510 giorni) e il 2020 (2.759 giorni) in UE27, indicando che, rispetto al 1979, solo il 79% del esigenze di riscaldamento erano richieste nel 2020; al contrario il valore dei gradi giorno di raffreddamento era più del doppio nel 2020 (99 giorni) rispetto al 1979 (37 giorni), indicando che le esigenze di raffreddamento (aria condizionata) negli edifici sono aumentate negli ultimi decenni.

I gradi giorno di riscaldamento e i gradi giorno di raffreddamento sono indici tecnici basati sul clima progettati per descrivere il fabbisogno energetico degli edifici in termini di riscaldamento o raffreddamento.

I gradi giorno di riscaldamento variano tra gli Stati Membri europei. Considerando tutti i dati disponibili nel periodo 1979-2020, la Finlandia ha registrato il valore medio annuo di riscaldamento giornaliero più elevato (5.665), seguita dalla Svezia (5.328) e dall'Estonia (4.344), mentre il valore più basso si è registrato per Malta il valore era 536, seguita da Cipro (784) e Portogallo (1.243).

Nello stesso periodo Cipro ha registrato il valore medio dei gradi giorno di raffreddamento più elevato (573), seguita da Malta (569) e dalla Grecia (268), mentre gli Stati Membri con i valori più bassi sono stati Irlanda (0,02), Svezia (0,36) e Danimarca (0,91).

Durante il periodo 1979-2020, il valore medio dei gradi giorno di riscaldamento in Italia è stato pari a 2.015, inferiore al dato UE (3.209) mentre il valore medio dei gradi giorno di raffreddamento è stato pari a 183, oltre il doppio rispetto al valore UE (72).

Per quanto riguarda l'Abruzzo, il dato relativo al riscaldamento (2.044) è leggermente superiore al dato nazionale (2.015) con L'Aquila che registra il valore più alto (2.295), seguita da Teramo (1.926), Chieti (1.789) e Pescara (1.743), mentre il dato relativo al raffreddamento è pari a 141, inferiore al dato nazionale (183) con Chieti che presenta il dato più elevato (188), seguita da Pescara (177), Teramo (160) e L'Aquila (102).

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Mercoledì 17 Marzo 2021
Modificato
Giovedì 25 Marzo 2021



Altre Notizie

28/01/2022
Nuove statistiche energetiche in UE

Oggi la Commissione Europea ha adottato la modifica più completa mai condotta del regolamento sulle statistiche dell'energia. L'obiettivo è quello…

Leggi tutto
26/01/2022
Energia rinnovabile in UE - 2020

Nel 2020 ‎‎le fonti di energia rinnovabile‎‎ hanno rappresentato il 37% del ‎‎consumo lordo‎‎ di elettricità ‎‎UE, ‎‎rispetto al 34% del 2019. ‎…

Leggi tutto
21/01/2022
Flussi fisici di energia (PEFA) - Anni 2008-2019

Il 21 gennaio 2022, l’Istat rende disponibili – sul data warehouse I.Stat , nel tema “Conti nazionali”, sottotema “Conti ambientali, sezione “…

Leggi tutto