Popolazione UE in diminuzione

Dopo un primo calo della ‎‎crescita demografica‎‎ nel 2020 a causa dell'impatto della pandemia Covid 19, la popolazione UE è nuovamente diminuita nel 2021, passando da 447 milioni il 1° gennaio 2021 a 446,8 il 1° gennaio 2022. Il ‎‎saldo naturale‎‎ negativo (più ‎‎morti ‎‎che ‎‎nascite‎‎) ha superato in numero la ‎‎migrazione netta‎‎ positiva per il secondo anno, molto probabilmente a causa dell'impatto della pandemia. In UE nel 2020 si sono registrati 531.000 decessi in più del 2019, mentre nel 2021 ci sono stati 113.000 decessi in più rispetto al 2020.‎

‎La popolazione dei singoli Stati Membri UE al 1° gennaio 2022 variava da 0,5 milioni registrati a Malta a 83,2 milioni della Germania. Germania, Francia e Italia al 1° gennaio 2022 insieme rappresentavano quasi la metà (47%) della popolazione totale UE.‎

L'Italia al 1° gennaio 2022 contava 58.983.122 abitanti, continuando il trend negativo rispetto al 2019 (59.816.673), al 2020 (59.641.488) e al 2021 (59.236.213).

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Lunedì 11 Luglio 2022
Modificato
Lunedì 11 Luglio 2022



Altre Notizie

Giornata internazionale della gioventù

Oggi, 12 agosto 2022, in occasione della Giornata…

Leggi tutto
Natalità in UE

Nel 2020 in UE sono nati 4,07 milioni di bambini‎‎, continuando una tendenza al ribasso iniziata nel 2008 in cui ne sono nati 4,68.‎

‎Il…

Leggi tutto
Speranza di vita in UE

Nel 2020 la ‎‎speranza di vita‎‎ alla nascita in UE era ‎‎di‎‎ 80,4 anni. Questa cifra era di 5,7 anni più alta per le donne (83,2 anni) rispetto…

Leggi tutto