Tasso di occupazione in UE

Nel 2021 la quota di ‎‎occupati‎‎ nella popolazione ‎‎UE‎‎ era del 73,1%, corrispondente a 189,7 milioni di persone; il mercato del lavoro è stato interessato dalle restrizioni Covid 19 nel 2020, mostrando una diminuzione di 1 ‎‎punto percentuale‎‎ (pp) del tasso di occupazione rispetto al 2019 (72,7%), ma ha poi recuperato nel 2021 con un aumento di 0,4 punti percentuali rispetto al 2019.‎

‎Tra gli Stati Membri UE il ‎‎tasso di occupazione‎‎ era superiore al 78% (uno dei tre obiettivi fissati nel piano d'azione 2030 del ‎‎Pilastro europeo dei diritti sociali‎‎) in otto Stati Membri UE: Paesi Bassi (81,7%), Svezia (80,7%) e Repubblica Ceca (80,0%) hanno registrato i più alti tassi di occupazione, con almeno 8 persone su 10 di età compresa tra 20 e 64 anni occupate nel 2021, mentre meno del 70% della popolazione di età compresa tra 20 e 64 anni era occupata in Croazia (68,2%), Spagna (67,7%), Romania (67,1%), Italia (62,7%) e Grecia (62,6%).‎

Nel 2021 la quota di ‎‎occupati‎‎ in Italia era del 62,7%, in aumento rispetto al 2020 (61,9%) ma in diminuzione rispetto al 2019 (63,5%).

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Lunedì 02 Maggio 2022
Modificato
Lunedì 02 Maggio 2022



Altre Notizie

18/10/2022
Disoccupazione in Abruzzo - 2021

Eurostat pubblica i dati regionali relativi alla disoccupazione in UE, sia quella giovanile (15-29 anni) che quella generale (15-74 anni).

Leggi tutto
17/08/2022
Benessere equo sostenibile BES 2021 - 3

"Statistica in pillole" - n° 08 Agosto 2022 -

 

Avviato dieci anni fa, il Rapporto sul benessere equo e…

Leggi tutto
08/07/2022
Durata della vita lavorativa in UE

Nel 2021 la durata media prevista della vita lavorativa per i giovani di 15 anni ‎‎in UE era di‎‎ 36,0 anni. Dal 2001 la durata media prevista…

Leggi tutto