Giovani in UE

Nel 2020, in UE, 9 persone su 10 di età compresa tra i 15 e i 19 anni avevano ancora un ciclo di istruzione (89,5%). Maggiore è la fascia d'età, minore è la percentuale di giovani che frequentano la scuola: nel 2020 studiava il 49,5% delle persone di età compresa tra i 20 e i 24 anni, il 14,4% delle persone di età compresa tra i 25 e i 29 anni e il 4,8% delle persone di età compresa tra i 30 e i 34 anni.

Tra gli Stati Membri UE nel 2020 i Paesi Bassi hanno registrato la percentuale più elevata di alunni e studenti di età compresa tra i 15 e i 24 anni occupati mentre erano ancora in formazione (57,8%), seguiti da Danimarca (45,8%), Germania (38,7%) e Austria (35,2%). Al contrario, le percentuali più basse di occupazione tra gli alunni e gli studenti di età compresa tra i 15 e i 24 anni sono state riscontrate in Croazia e Ungheria (entrambi 3,3%), Italia (3,0%), Slovacchia e Romania (entrambi 2,5%).

La percentuale più elevata di alunni e studenti di età compresa tra i 15 e i 24 anni disoccupati (il che significa che erano alla ricerca di un lavoro e pronti a iniziare a lavorare durante gli studi) è stata registrata in Svezia (12,1%), seguita da Finlandia (9,5%), Danimarca e Paesi Bassi (6,3%). D'altro canto, in Slovenia, Italia, Romania, Repubblica Ceca e Croazia, meno dell'1% degli alunni e degli studenti di tale fascia d'età era disoccupato.

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat

Venerdì 03 Settembre 2021
Modificato
Venerdì 03 Settembre 2021



Altre Notizie

Dodicesima Giornata Italiana della Statistica (20 ottobre - 15 novembre 2022)

L’Istituto nazionale di statistica (Istat) e la Società italiana di statistica (SIS), 

Leggi tutto
Istruzione online in UE

Fare ‎‎corsi online‎‎ è un modo conveniente per imparare qualcosa di nuovo o per approfondire le tue conoscenze in un campo specifico, ad esempio…

Leggi tutto