Consumo di petrolio in UE

Nel 2020 il consumo finale di ‎‎petrolio ‎‎e ‎‎prodotti petroliferi‎‎ a fini energetici ‎‎in UE ‎‎è sceso a 310 Mtep (-10%) in un solo anno, raggiungendo il livello più basso mai registrato nella serie temporale di 31 anni. Ciò dimostra gli effetti delle restrizioni COVID, iniziate nei primi mesi del 2020 nella maggior parte degli Stati Membri UE.

Nel 2020 le restrizioni legate alla pandemia hanno inciso in misura diversa sul consumo negli Stati Membri. Considerando l’uso energetico e non-energetico, le maggiori diminuzioni di consumo si sono registrate in Lussemburgo (-21% rispetto al 2019), seguito da Malta (-16%) e Grecia, Spagna, Svezia e Slovenia (tutti -15%). Piccoli aumenti dei consumi si sono registrati solo in Finlandia e Slovacchia (circa +0,4%).‎

La quota relativa dei paesi sul consumo finale totale UE è influenzata dalle dimensioni e dalla struttura delle loro economie, con la Germania che continua a guidare (23%), seguita da Francia (16%), Italia e Spagna (entrambe al 10%).

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Venerdì 18 Febbraio 2022
Modificato
Venerdì 18 Febbraio 2022



Altre Notizie

03/05/2022
Produzione e consumo di carbone in UE

Nel 2021 la produzione e il consumo ‎‎di carbone UE‎‎ hanno mostrato un aumento rispetto al 2020, registrando un rimbalzo a seguito dei bassi…

Leggi tutto
02/05/2022
Prezzi di gas ed elettricità in UE

Nella seconda metà del 2021 i prezzi medi dell'elettricità per uso domestico ‎‎in UE‎‎ sono aumentati notevolmente rispetto allo stesso periodo…

Leggi tutto
20/04/2022
Dipendenza UE dalle importazioni di gas

Nel 2021 il tasso di dipendenza dell'UE dalle ‎‎importazioni‎‎ di gas naturale ‎‎ è stato dell'83‎‎%. Si tratta di 1 ‎‎punto percentuale‎‎ (pp) in…

Leggi tutto