Commercio sostanze chimiche in UE

Nell'ultimo decennio il surplus commerciale UE nel settore delle sostanze chimiche con i paesi terzi è aumentato passando da 88 miliardi di euro nel 2010 a 178 miliardi di euro nel 2020. Ciò equivale ad una crescita media annua del 7%.

L'anno scorso sono state importate in UE sostanze chimiche per un valore di quasi 233 miliardi di euro, con un aumento di 79 miliardi di euro rispetto al 2010. Ad eccezione del 2013 e del 2020, le importazioni di sostanze chimiche nell'arco di dieci anni sono aumentate ogni anno. La crescita media annua nell'intero periodo è stata del 4%; le esportazioni di sostanze chimiche in UE sono state notevolmente superiori alle importazioni, passando da 242 miliardi di euro nel 2010 a 411 miliardi di euro nel 2020. La crescita media annua delle esportazioni in questo periodo è stata del 5%.

L'Italia, con 55 miliardi di euro di sostanze chimiche esportate verso Paesi extra-UE, si posiziona al secondo posto tra i principali esportatori <ue, dopo la Germania (105 miliardi di euro) e prima di Belgio e Francia, con rispettivamente, 51 e 45 miliardi di euro.

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Lunedì 20 Settembre 2021
Modificato
Lunedì 20 Settembre 2021



Altre Notizie

06/04/2022
Commercio di medicinali e prodotti farmaceutici in UE

Tra il 2002 e il 2021 ‎‎le esportazioni‎‎ di medicinali e prodotti farmaceutici in UE‎‎ sono cresciute sensibilmente, più ‎‎delle importazioni‎‎,…

Leggi tutto
25/03/2022
Scambi commerciali di prodotti agricoli in UE

Nel 2021 il valore degli scambi (importazioni più esportazioni) di prodotti agricoli tra UE e il ‎‎resto del Mondo‎‎ ha raggiunto i 347,0 miliardi…

Leggi tutto
07/03/2022
Scambi commerciali con la Russia

Nel 2021 la Russia è stata il quinto partner per le esportazioni di beni ‎‎UE‎‎ (4,1% delle esportazioni extra-UE, pari a 89 miliardi di euro) e…

Leggi tutto