28.04.2021 - Disoccupazione in UE

Nel 2020, anno dell'epidemia di Covid-19, il tasso di disoccupazione delle persone di età compresa tra i 15 e i 74 anni è aumentato nella ‎‎maggior parte delle‎‎ regioni NUTS 2 dell'UE. ‎‎ Ha continuato a variare notevolmente tra le regioni UE, con il più basso tasso di disoccupazione registrato nella regione polacca Wielkopolskie (1,8%), in due regioni ceche: la Boemia centrale (1,9%) e Sud-Ovest (2,0%), seguito da altre tre regioni ceche: Praga, Nord-Est e Sud-Est (tutte 2,3%); al contrario i tassi di disoccupazione più elevati sono stati registrati nelle città autonome spagnole di Ceuta (24,5%) e Melilla (23,7%) e altre due regioni spagnole: Isole Canarie (22,6%) e Andalusia (22,3%).‎

L'Italia nel 2020 ha fatto registrare un tasso di disoccupazione delle persone di età compresa tra i 15 e i 74 anni pari al 9,2%:le province con i tassi più bassi sono la provincia autonoma di Bolzano (3,8%), la Lombardia (5,0%) e pa provincia autonoma di Trento (5,3%) mentre quelle con i tassi maggiori sono la Calabria (20,1%), la Campania (18,0%) e la Sicilia (17.9).

L'Abruzzo, con il 9,3%, si collocaappena sopra la media nazionale.

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Data: 
28/04/2021
In: