Flussi fisici di energia (PEFA) - Anni 2008-2019

Il 21 gennaio 2022, l’Istat rende disponibili – sul data warehouse I.Stat , nel tema “Conti nazionali”, sottotema “Conti ambientali, sezione “Conti dei flussi fisici di energia (PEFA)”- i dati dei Conti dei flussi fisici di energia (Pefa – Physical Energy Flow Accounts) dell’economia italiana, per gli anni 2008-2019, espressi in terajoule (tj).

Nel 2019 l’energia che entra nell’economia nazionale ammonta a 8,4 milioni di terajoule (0,6% in meno rispetto al 2018), di cui il 16,0% è costituito da prelievi di energia dall’ambiente naturale italiano (1,4% in meno rispetto all’anno precedente) e l’84,0% da importazioni di prodotti energetici (in calo dello 0,4% rispetto al 2018). Di contro, l’energia che esce dal sistema economico nazionale è pari a 8,1 milioni di terajoule (l’1,0% in meno rispetto al 2018) di cui il 17,5% è costituito da esportazioni di prodotti energetici (4,9% in meno rispetto al 2018) e l’82,5% da restituzioni all’ambiente naturale in forma di energia degradata e non più utilizzabile (-0,2%). La differenza tra i flussi di energia in entrata e in uscita dall’economia nazionale costituisce l’accumulazione netta di energia nel sistema economico.

Per approfondimenti consultare l'articolo ISTAT (in Link utili).

Venerdì 21 Gennaio 2022
Modificato
Venerdì 21 Gennaio 2022



Altre Notizie

03/05/2022
Produzione e consumo di carbone in UE

Nel 2021 la produzione e il consumo ‎‎di carbone UE‎‎ hanno mostrato un aumento rispetto al 2020, registrando un rimbalzo a seguito dei bassi…

Leggi tutto
02/05/2022
Prezzi di gas ed elettricità in UE

Nella seconda metà del 2021 i prezzi medi dell'elettricità per uso domestico ‎‎in UE‎‎ sono aumentati notevolmente rispetto allo stesso periodo…

Leggi tutto
20/04/2022
Dipendenza UE dalle importazioni di gas

Nel 2021 il tasso di dipendenza dell'UE dalle ‎‎importazioni‎‎ di gas naturale ‎‎ è stato dell'83‎‎%. Si tratta di 1 ‎‎punto percentuale‎‎ (pp) in…

Leggi tutto