Utilizzo dei terreni e coltivazioni - 2000-2010

CONSULTA LA BANCA DATI

L’argomento fornisce informazioni, confrontate con il censimento del 2000, sulle aziende con terreni, quindi la superficie in ettari per tipo di coltivazione.

 

Note:

Per superficie in produzione si intende quella che risulta occupata dagli impianti in fase produttiva anche se, a seguito di avversità climatiche e/o attacchi parassitari, non ha dato luogo a produzione nell’annata agraria di riferimento. E’ stata rilevata per le coltivazioni legnose agrarie ed è un di cui della superficie.

I dati diffusi sono attribuiti alla localizzazione del centro aziendale, indipendentemente dalla residenza del conduttore e dall’ufficio di censimento che ha rilevato l’azienda.

I dati diffusi fanno riferimento al campo di osservazione comunitario previsto dal Regolamento (CE n. 1166/2008) del Parlamento europeo e del Consiglio. A questo riguardo è importante considerare che i dati dei passati censimenti, a suo tempo pubblicati dall’Istat, si riferivano all’universo delle aziende definito secondo i criteri di armonizzazione allora vigenti nell’Unione Europea. I dati dei precedenti censimenti oggi diffusi differiscono da quelli precedentemente pubblicati dall’Istat  in quanto l’universo UE delle aziende agricole censite è stato ricalcolato secondo le regole secondo le regole comunitarie vigenti nel 2010 allo scopo di rendere possibile il confronto con gli attuali risultati.

Per l’Abruzzo, fanno parte del campo di osservazione del 6° censimento generale dell’agricoltura tutte le aziende con almeno 0,3 ettari di superficie agraria utilizzata (SAU), nonché le aziende zootecniche, con allevamenti di animali destinati, in tutto o in parte, alla vendita. Non è stata applicata alcuna soglia minima per le aziende agricole operanti nei settori florovivaistico, viticolo e ortofrutticolo.

 

Fonte dati: Istat