Rilevazione sui presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari - Anno 2015

L’indagine sui Presidi residenziali socio assistenziali, prevista dal Programma statistico nazionale in vigore (IST 00243), a partire dal 2010, ha ampliato i suoi contenuti informativi, adeguandoli a quelle che sono le esigenze conoscitive legate al processo di integrazione socio-sanitaria, cioè a quel complesso di attività di assistenza rivolte alla persona, che sono finalizzate sia al soddisfacimento di bisogni di natura sociale, legati al disagio e all’emarginazione, sia di bisogni sociali con rilevanza sanitaria, legati all’invecchiamento della popolazione e alla disabilità.

La rilevazione è stata riprogettata con la collaborazione degli esperti del Ministero della salute, del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e del Cisis - Gruppo di Lavoro Politiche Sociali.

L’indagine rileva l’offerta di strutture residenziali socio-assistenziali e socio-sanitarie e le tipologie di utenti in esse assistite.

La nuova rilevazione estende il campo di osservazione e aumenta il dettaglio delle informazioni raccolte, permettendo di documentare in maniera più puntuale sia l’utenza sia le risorse impegnate per questa forma di assistenza territoriale.

A partire dall'indagine 2014 la rilevazione viene effettuata esclusivamente via web (https://indata.istat.it/presa).

L’universo di riferimento è costituito dall’insieme dei presidi residenziali socio-assistenziali e socio-sanitari e per “Presidio residenziale” si intende la struttura pubblica o privata che eroga servizi residenziali (ospitalità assistita con pernottamento) di tipo socio-assistenziale e/o socio-sanitario a persone in stato di bisogno; il singolo presidio è individuato univocamente dalla coppia denominazione della struttura – indirizzo della stessa.

Sono previste tre modalitĂ  di raccolta dei dati:

Modalità 1. La Regione raccoglie le informazioni richieste per tutti i Presidi di loro pertinenza tramite gli Uffici di statistica, garantendo la completezza e la qualità dei dati raccolti; successivamente, tali Regioni provvedono a depositare i files contenenti i dati in un’area web protetta inserendo il Codice Regione e la Password ricevuta dall’Istat.

ModalitĂ  2. La Regione coordina la rilevazione, attraverso gli Uffici di statistica, per i Presidi di loro competenza, garantendo la completezza e la qualitĂ  dei dati raccolti; la Regione dovrĂ  invitare i singoli presidi a compilare il questionario elettronico collegandosi al seguente indirizzo web dedicato e dovrĂ  inoltre supportare i presidi nella compilazione del questionario.

Modalità 3. La Regione delega all’Istat tutte le attività legate alla rilevazione; l’Istat procede alla rilevazione diretta sui Presidi, invitandoli a compilare il questionario elettronico.

La Regione Abruzzo partecipa all'indagine con la ModalitĂ  2.

Il titolare del trattamento dei dati personali raccolti con la presente indagine è l’Istituto nazionale di statistica, Via Cesare Balbo, 16 – 00184 Roma; responsabile del trattamento è Il Direttore centrale per le statistiche socio-demografiche e ambientali.

La scadenza di questa indagine è stata prorogata al 28 Febbraio 2017.

Il referente regionale della rilevazione è Gianna Nanni.

link utili

Eurostat ISTATCISISCoGISSISTANIstat - Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo.