News

L’Eurostat, pubblica i dati più recenti per l'UE e i suoi Stati Membri sul raggiungimento dei due obiettivi principali Europa 2020 riguardanti l’istruzione. L'obiettivo della strategia Europa 2020 è che almeno il 40% dei 30-34enni nell'Unione Europea (UE) dovrebbe aver completato l'istruzione terziaria entro il 2020. Raggiunto il livello del 40,7%, l'UE ha superato questa soglia nel 2018. Questo andamento crescente è ancora più significativo per le donne (dal 24,5% nel 2002 al 45,8% nel 2018) rispetto agli uomini (dal 22,6% al 35,7%), il che significa che le donne sono al di sopra dell'intero obiettivo Europa 2020 e gli uomini sono ancora al di sotto. La percentuale più alta di persone di età compresa tra 30 e 34 anni con un'istruzione terziaria in Lituania e Cipro, la più bassa in Romania e in Italia.

Per approfondimenti consulta la pubblicazione Eurostat.

Nel 2018, i richiedenti asilo per la protezione internazionale tra gli Stati Membri dell’Unione Europea, considerati minori non accompagnati, sono stati 19.700, in calo rispetto al 2017 che ne erano 31.700, e rappresentano il 10% dei richiedenti asilo di età inferiore a 18 anni. La maggioranza dei minori non accompagnati è composta da maschi (86%). Tre quarti sono di età compresa tra 16 e 17 anni (14.800 persone), mentre 3.400 hanno un’età compresa tra 14 e 15 anni e 1.400 hanno un’età inferiore a 14 anni. Oltre la metà dei richiedenti asilo considerati minori non accompagnati in UE nel 2018 proviene da 6 Paesi: Afganistan (3.200), Eritrea (1.960), Pakistan (1.375), Siria (1.345), Guinea (1.245) o Iraq (1.125). 

Per approfondimenti consulta la pubblicazione Eurostat.

Nel 2018, rispetto al 2017, il tasso di occupazione delle persone di età compresa tra 20 e 64 anni è aumentato in tutti i Paesi Membri. Complessivamente in Unione Europea (UE) si è attestato al 73,2%, in aumento rispetto al 2017 (72,2%). I tassi di occupazione maggiori sono stati registrati in Svezia (82,6%), Repubblica Ceca e Germania (entrambi 79,9%), Estonia (79,5%) e Paesi Bassi (79,2%). Il tasso di occupazione più basso è stato osservato in Grecia (59,5%), seguito da Italia (63,0%), nonostante siano cresciuti rispetto al 2017 dell’1,7% e dello 0,7%. La differenza tra il tasso di occupazione delle donne e quello degli uomini tra i 20 ei 64 anni è stata più bassa in Lituania (76,7% per le donne contro 79,0% per gli uomini, quella più alta è stata osservata a Malta (63,4% per le donne contro 85,7% per gli uomini); grandi divari sono stati registrati anche in Grecia (-21,0 pp) e in Italia (-19,8 pp).

Per approfondimenti consulta la...

Eurostat stima che nel 2018 le emissioni di anidride carbonica (CO2) provenienti da combustibile fossile sono significativamente diminuite del 2,5% nell’Unione Europea (UE) rispetto all’anno precedente. Le maggiori diminuzioni sono state registrate in Portogallo (-9,0%), Bulgaria (-8,1%) e Irlanda (-6,8%). GIi aumenti sono stati registrati in 8 Paesi Membri, tra cui la Lettonia (+8,5%), Malta (+6,7%) ed Estonia (+4,5%).

Per approfondimenti consulta la pubblicazione Eurostat.

Nel 2018, il deficit e il debito pubblico sia dell'area euro (AE19) che dell'UE28 sono diminuiti in termini relativi rispetto al 2017. Nell'area euro il rapporto debito pubblico/PIL è sceso dall'87,1% di fine 2017 all'85,1% di fine 2018 e nell'UE28 dall'81,7% all'80,0%. I rapporti più bassi tra debito pubblico e PIL, alla fine del 2018, sono stati registrati in Estonia (8,4%), Lussemburgo (21,4%) e Bulgaria (22,6%); quelli con l’indice più alto in Grecia (181,1%), Italia (132,2%) e Portogallo (121,5%).

Per approfondimenti consulta la pubblicazione Eurostat.

Subscribe to News

L'Ufficio di Statistica

L’ufficio di statistica della Regione Abruzzo fa parte del Sistema statistico nazionale (Sistan), una rete di soggetti pubblici e privati che fornisce al Paese e agli organismi internazionali l’informazione statistica ufficiale.    continua a leggere