18.06.2018 - Spostamenti in UE per motivi di lavoro

Il 3,8% dei cittadini dell’Unione Europea (UE) in età lavorativa (20-64) nel 2017 risiedevano in un altro Stato Membro rispetto a quello della loro cittadinanza. Questa quota è aumentata del 2,5% rispetto a dieci anni fa. La situazione varia tra gli Stati Membri, dall'1,0% per i cittadini in età lavorativa della Germania al 19,7% per i cittadini della Romania.

I diplomati dell'istruzione terziaria sono generalmente più propensi a trasferirsi rispetto al resto della popolazione. Il 32,4% di quelli che si sono spostati hanno un’istruzione terziaria, mentre la quota rispetto all’intera popolazione dell’UE è pari al 30,1%.

Questi risultati provengono da una pubblicazione emessa da Eurostat, l’ufficio statistico dell’Unione Europea.

Per approfondimenti consultare il Report dell'Eurostat.

Data: 
18/06/2018
In: 

link utili

Eurostat ISTATCISISCoGISSISTANIstat - Noi Italia. 100 statistiche per capire il Paese in cui viviamo.