18.02.2021 - Acquisti online in UE

Lo shopping online continua a crescere nell'Unione Europea (UE). Con lo shopping tradizionale interessato dalle restrizioni COVID-19 e dai cambiamenti nelle abitudini e nelle preferenze, ci si può aspettare che l'e-commerce cresca ulteriormente.

Nei 12 mesi precedenti l'indagine del 2020, l'89% delle persone di età compresa tra 16 e 74 anni in UE aveva utilizzato internet, il 72% delle quali aveva acquistato o ordinato beni o servizi per uso privato. Gli acquisti online sono aumentati di 4 punti percentuali (pp) rispetto al 2019 (68% degli utenti internet) e di 10 pp rispetto al 2015 (62%).

Più di 8 utenti internet su 10 nei Paesi Bassi (91%), Danimarca (90%), Germania (87%), Svezia (86%) e Irlanda (81%) avevano acquistato o ordinato beni o servizi su internet nei 12 mesi prima del sondaggio, mentre meno del 50% aveva effettuato acquisti online in Bulgaria (42%), Romania (45%) e Italia (49%; dati 2019).

Nei 3 mesi precedenti al sondaggio, gli acquisti online più comuni sono stati vestiti (incluso abbigliamento sportivo), scarpe o accessori (ordinati dal 64% degli acquirenti online), seguiti da film o serie come servizio in streaming o download (32%), consegne da ristoranti, catene di fast food e servizi di catering (29%), mobili, accessori per la casa o prodotti per il giardinaggio (28%), cosmetici, prodotti per il benessere e la bellezza (27%), libri stampati, riviste o giornali (27%), computer, tablet, telefoni cellulari o loro accessori (26%) e musica come servizio in streaming o download (26%).

Per approfondimenti consultare il report Eurostat.

Data: 
18/02/2021
In: