15.02.2021 - Trasporto aereo commerciale in UE

Per prevenire la diffusione della pandemia COVID-19, i Paesi di tutto il mondo hanno adottato una serie di misure restrittive dall'inizio del 2020. L'industria del trasporto aereo è stata colpita immediatamente.

Il primo impatto è stato visibile nel marzo 2020, con una diminuzione del 44% del numero totale di voli commerciali (passeggeri, merci e posta) in UE rispetto allo stesso mese del 2019. Con le restrizioni COVID-19 in pieno effetto e la modifica delle preferenze di viaggio, le flessioni più consistenti del numero di voli commerciali si sono registrate ad aprile (-91% rispetto allo stesso mese del 2019), maggio (-90%) e giugno (-84%).

Nel gennaio 2021 le maggiori diminuzioni del numero di voli commerciali si sono registrate nei principali hub di trasporto aereo europei: Monaco (-25.400 voli commerciali rispetto a gennaio 2020, -85%), Parigi/Charles de Gaulle (-23.500, -63%), Amsterdam/Schiphol (-23.100, -61%), Francoforte sul Meno (-23.100, -64%) e Madrid/Barajas (-22.900, -70%).

Notevoli diminuzioni sono state registrate anche in altri importanti aeroporti UE come Barcellona/El Prat (-17.700, -77%), Roma/Fiumicino (-16.400, -78%), Vienna/Schwechat (-15.800, -79%), Copenaghen/Kastrup (-14.900, -79%) e Düsseldorf (-12.800, -84%).

Per approfondimenti consultare il report Eurostat.

Data: 
15/02/2021
In: