05.05.2020 - Impatto dell’Epidemia COVID-19 sulla mortalità in Abruzzo

L'Istat, congiuntamente all’Istituto Superiore di Sanità (Iss), ha prodotto un rapporto con l'obiettivo di fornire una lettura integrata dei dati epidemiologici di diffusione dell’epidemia di Covid-19 e dei dati di mortalità totale acquisiti e validati da Istat. 

I principali risultati sono presentati a livello provinciale e per aggregazioni di province, sia per criteri di natura amministrativa (regioni, ripartizioni) sia sulla base del grado di diffusione dell’epidemia Covid-19 nelle province stesse, rispetto a tre classi individuate. 

I dati di mortalità totale commentati si riferiscono al primo trimestre consolidato 2020 e riguardano 6.866 comuni (87 % dei 7.904 complessivi). Dei 14.324 decessi registrati al 31 marzo in persone diagnosticate con Covid-19 ne sono stati considerati in questa analisi 13.710 (96% del totale), selezionati in base alla disponibilità del Comune di residenza nei dati della sorveglianza Integrata Covid-19 e alla presenza del Comune tra gli 6.866 selezionati dall’Istat.

Se si assume come riferimento il periodo che va dal primo decesso Covid-19 riportato al Sistema di Sorveglianza integrata (20 febbraio) fino al 31 marzo, i decessi passano da 65.592 (media periodo 2015-2019) a 90.946, nel 2020.

Nello stesso periodo in Abruzzo i decessi sono passati dai 1.539 decessi del 2019 ai 1.706 di quest'anno, facendo registrare un incremento dell'8,8%.

Per approfondimenti si rimanda al testo integrale del'Istat.

Data: 
05/05/2020
In: