Rischio professionale di Covid 19

Oggi Eurostat pubblica una ‎‎relazione statistica‎‎ sullo status giuridico del COVID-19 come infortunio sul lavoro e/o malattia professionale a livello nazionale, a seguito di un'indagine a livello ‎‎UE ‎‎avviata nel novembre 2020. Tale riconoscimento è un fattore determinante nei casi assicurativi. 

L'indagine mostra che 17 Paesi UE riconoscono il COVID-19 come malattia professionale (Bulgaria, Cipro, Croazia, Repubblica Ceca, Estonia, Francia, Ungheria, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Romania, Slovacchia e Svezia), mentre Italia, Slovenia e Spagna la considerano un infortunio sul lavoro.‎

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Mercoledì 29 Settembre 2021
Modificato
Mercoledì 29 Settembre 2021



Altre Notizie

08/11/2021
Passaggio istruzione-lavoro in UE

Come evidenziato nell'annuario regionale di Eurostat, nel 2020 in UE il tasso di occupazione ‎‎‎‎dei neolaureati provenienti da programmi di ‎‎…

Leggi tutto
28/09/2021
Occupazione nello sport in UE

Nel 2020 in UE 1,3 milioni di persone erano impiegate nel settore dello sport‎‎,‎‎ pari allo 0,7% dell'occupazione totale. I Paesi UE con la più…

Leggi tutto
24/09/2021
Lavoro da casa in UE

Molte persone hanno iniziato a lavorare da casa in seguito all'introduzione delle misure di distanziamento sociale in risposta alla pandemia di…

Leggi tutto