Emissioni di CO2 in UE


Eurostat stima che nel 2020, anno in cui gli Stati Membri ‎UE hanno ampiamente introdotto misure di contenimento Covid-19, le emissioni di anidride carbonica (CO‎2‎) derivanti dalla combustione di combustibili fossili (principalmente petrolio e prodotti petroliferi, carbone, torba e gas naturale) in UE sono diminuite significativamente del 10% rispetto all'anno precedente. Le emissioni di CO‎2‎ derivanti dall'uso dell'energia sono uno dei principali fattori che contribuiscono al riscaldamento globale e rappresentano circa il 75% di tutte le emissioni di gas a effetto serra prodotte dall'uomo in UE. Sono influenzate da fattori come le condizioni climatiche (ad esempio inverno freddo / lungo o estate calda), la crescita economica, le dimensioni della popolazione, i trasporti e le attività industriali.‎

‎Secondo le stime Eurostat, nel 2020 le emissioni sono diminuite in tutti gli Stati Membri UE, con la maggiore diminuzione in Grecia (-18,7%), seguita da Estonia (-18,1%), Lussemburgo (-17,9%), Spagna (-16,2%) e Danimarca (-14,8%). Le diminuzioni minori si sono osservate a Malta (-1,0%), Ungheria (-1,7%), Irlanda e Lituania (entrambe -2,6%).‎

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Martedì 11 Maggio 2021
Modificato
Martedì 11 Maggio 2021



Altre Notizie

27/10/2021
Plastica riciclata in UE

Nel 2019, ogni persona che vive ‎‎in UE ‎‎ha prodotto 34,4 kg di rifiuti di imballaggio in plastica, di cui 14,1 kg sono stati ‎‎riciclati.‎…

Leggi tutto
27/10/2021
Rifiuti

"Statistica in pillole" - n° 10 Ottobre 2021 

Mappe sintetiche su alcuni aspetti dei rifiuti. Informazioni complete e…

Leggi tutto
11/10/2021
Report Rifiuti 2021

La pubblicazione fornisce un quadro complessivo sui rifiuti: dalla loro definizione e classificazione alla descrizione delle varie tipologie di…

Leggi tutto