Capacità di scaldare le case in UE

Un'indagine a livello UE ha concluso che nel 2020 l'8% della popolazione UE‎‎ ha dichiarato di non essere in grado di mantenere la propria casa adeguatamente calda. ‎

‎La situazione variava tra gli Stati Membri UE, la maggior parte delle persone che affermava di non essere in grado di mantenere la propria casa adeguatamente calda si trovava in Bulgaria (27%), Lituania (23%), Cipro (21%) e Portogallo e Grecia (entrambi con il 17%).‎

Al contrario le quote più basse (circa il 2%) sono state registrate in Austria, Finlandia, Repubblica Ceca e Paesi Bassi.‎

In Italia nel 2019 (dato 2020 non disponibile) l'11,1% della popolazione UE‎‎ ha dichiarato di non essere in grado di mantenere la propria casa adeguatamente calda.

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Lunedì 08 Novembre 2021
Modificato
Lunedì 08 Novembre 2021



Altre Notizie

17/11/2021
Mortalità in UE - Settembre 2021

L'eccesso‎‎ di mortalità ‎‎in UE‎‎ è nuovamente aumentato durante i mesi estivi. Dopo un minimo del +5% a luglio, questo indicatore è salito a +8…

Leggi tutto
15/11/2021
Consumo di sigarette in UE

Nel 2019 il 18,4% della popolazione ‎‎UE ‎‎di età pari o superiore a 15 anni ha dichiarato di essere fumatore giornaliero di sigarette. Nello…

Leggi tutto
29/09/2021
Ipertensione in UE

L'effetto persistente dell'ipertensione arteriosa può portare al danneggiamento cronico di organi vitali come il cuore, i reni o il cervello. Nel…

Leggi tutto