Depressione in UE

Nel 2019 il 7,2 % dei cittadini UE soffriva di depressione cronica, in lieve aumento rispetto al 2014 (+0,3%). 
Tra i paesi UE nel 2019 la Slovenia (15,1%) ha registrato la percentuale più elevata della popolazione con depressione cronica, seguita dal Portogallo (12,2%) e dalla Svezia (11,7%); al contrario la percentuale di persone che hanno sofferto di depressione cronica è stata la più bassa in Romania (1,0%), Bulgaria (2,7%) e Malta (3,5%).

La percentuale di persone che soffrivano di depressione cronica è stata più elevata per le donne rispetto agli uomini in tutti gli Stati Membri UE: il Portogallo ha registrato la percentuale più elevata di donne con depressione cronica (16,4%), seguita da vicino dalla Slovenia (16,0%), mentre la Slovenia ha registrato la percentuale più elevata di uomini con depressione cronica (14,3%), seguita da Svezia (10,0%) e Germania (9,9%).

In Italia nel 2019 il 5,3% dei cittadini ha sofferto di depressione cronica (6,9% per le donne e 3,5% per gli uomini), tutti dati al di sotto della media europea.

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Venerdì 10 Settembre 2021
Modificato
Venerdì 10 Settembre 2021



Altre Notizie

17/11/2021
Mortalità in UE - Settembre 2021

L'eccesso‎‎ di mortalità ‎‎in UE‎‎ è nuovamente aumentato durante i mesi estivi. Dopo un minimo del +5% a luglio, questo indicatore è salito a +8…

Leggi tutto
15/11/2021
Consumo di sigarette in UE

Nel 2019 il 18,4% della popolazione ‎‎UE ‎‎di età pari o superiore a 15 anni ha dichiarato di essere fumatore giornaliero di sigarette. Nello…

Leggi tutto
08/11/2021
Capacità di scaldare le case in UE

Un'indagine a livello UE ha concluso che nel 2020 l'8% della popolazione UE‎‎ ha dichiarato di non essere in grado di mantenere la propria casa…

Leggi tutto