Scorte di investimenti esteri in UE

Gli investimenti diretti esteri (IDE) detenuti nel resto del mondo da investitori residenti UE ammontavano a 8.990 miliardi di euro alla fine del 2019, in aumento del 3,8% rispetto alla fine del 2018. Nel frattempo, le scorte di investimento detenute dal resto del mondo in UE sono salite a 7.138 miliardi di euro alla fine del 2019 (+3,4%). Di conseguenza, la posizione patrimoniale netta UE nei confronti del resto del mondo era superiore a quella dell'anno precedente, ossia 1.852 miliardi di euro alla fine del 2019 rispetto ai 1.761 miliardi di euro alla fine del 2018.

Per quanto concerne l'Italia, gli investimenti diretti esteri detenuti nel resto del mondo da investitori italiani alla fine del 2019 ammontavano a quasi 230 milioni di euro, mentre le scorte di investimento detenute dal resto del mondo in Italia alla fine del 2019 erano pari a oltre 101 milioni di euro. Di conseguenza, la posizione patrimoniale netta dell'Italia nei confronti del resto del mondo alla fine del 2019 era uguale 29 milioni di euro.

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Lunedì 22 Febbraio 2021
Modificato
Giovedì 25 Marzo 2021



Altre Notizie

Ricerca e sviluppo in UE

Nel 2020 le dotazioni di bilancio pubbliche totali per la R&S in UE ammontavano a 100.786 milioni di euro, pari allo 0,8% del PIL. Queste…

Leggi tutto
Produzione di manufatti in UE

Nel 2020 la produzione venduta ‎‎di manufatti‎‎ UE è stata pari a 4.599 miliardi di euro, con una diminuzione del 7% rispetto al 2019. L'epidemia…

Leggi tutto
Intelligenza artificiale nelle imprese UE

L'intelligenza artificiale (IA) è un'area di importanza strategica e un motore fondamentale dello sviluppo economico. Può fornire soluzioni a…

Leggi tutto