Produttività delle risorse in UE

Dall'inizio del millennio, la ‎‎produttività delle ‎‎risorse ‎‎dell'Unione Europea‎‎ è aumentata di circa il 35%, nonostante una leggera diminuzione nel 2020. La produttività delle risorse quantifica il rapporto tra le dimensioni dell'economia e l'uso delle risorse naturali. Il valore della produttività delle risorse aumenta quando l'economia, misurata in base al ‎‎PIL,‎‎ cresce ad un ritmo più rapido rispetto al consumo di materie prime, misurato ‎‎dal consumo interno di materie‎‎ prime (DMC).‎

Il livello di produttività delle risorse varia notevolmente da uno Stato Membro all'altro: da meno di 0,4 €/kg in Romania e Bulgaria a 5,4 €/kg nei Paesi Bassi nel 2020.‎

‎Dopo aver considerato le differenze di prezzo, i Paesi Bassi rimangono gli Stati Membri UE con la maggiore produttività delle risorse (4,7 ‎‎standard‎‎ di potere d'acquisto (SPA) per kg), seguiti a distanza dal Lussemburgo (3,9) e dall'Italia (3,7); al contrario tre Stati Membri UE hanno registrato una produttività delle risorse inferiore a 1,00: Romania (0,7 SPA/kg), Bulgaria (0,8) ed Estonia (0,9).‎

Per approfondimenti consultare l'allegato Eurostat.

Martedì 13 Luglio 2021
Modificato
Martedì 13 Luglio 2021



Altre Notizie

27/10/2021
Plastica riciclata in UE

Nel 2019, ogni persona che vive ‎‎in UE ‎‎ha prodotto 34,4 kg di rifiuti di imballaggio in plastica, di cui 14,1 kg sono stati ‎‎riciclati.‎…

Leggi tutto
27/10/2021
Rifiuti

"Statistica in pillole" - n° 10 Ottobre 2021 

Mappe sintetiche su alcuni aspetti dei rifiuti. Informazioni complete e…

Leggi tutto
11/10/2021
Report Rifiuti 2021

La pubblicazione fornisce un quadro complessivo sui rifiuti: dalla loro definizione e classificazione alla descrizione delle varie tipologie di…

Leggi tutto